Arriva un successo per la CHIMET U16 ecc nell’ultima gara della fase interregionale

Stampa

CHIMET SCUOLA BASKET AREZZO-SAN PAOLO OSTIENSE 59/50

(19/7;33/19;44/34)

CHIMET SBA: Di Sangro n.e., Ghini n.e., Calzini M. 1, Cabacungan 9, Milani n.e., Giovacchini, Furini 11, Cresti 9, Jankovic 23, Golubovic 6. All. Delia, ass. Bini

Partenza di match tutta a favore alla CHIMET U16 ecc che, grazie ad un’ottima vena offensiva e ad una difesa di ferro, allunga subito nettamente nel punteggio e al 10° minuto conduce per 19 a 7. Nel secondo quarto S. Paolo Ostiense si fa più intraprendente ma i ragazzi di coach Delia sono bravi, nonostante un lieve calo nei punti messi a referto, a mantenere il comando delle operazioni. La frazione è ancora vinta dagli SBA, 14 a 12, e i nostri vanno al riposo lungo in vantaggio per 33 a 19.

La ripresa del gioco vede ancora l’equilibrio a farla da padrone in campo con l’unica variante data dal successo nel periodo da parte dei laziali, di misura, per 15 a 11. Al suono della terza sirena gli amaranto guidano ancora per 44 a 34. Nel parziale conclusivo i nostri avversari spingono sull’acceleratore nel chiaro intento di ribaltare le sorti della contesa. L’azione di S. Paolo da i suoi frutti e, complice un po’ di stanchezza dei CHIMET, ad un minuto e mezzo dal termine i romani risalgono fino al -4 e con l’inerzia del gioco in mano. Gli SBA però sono bravi nella difficoltà a compattarsi e riuscire, dando fondo alle energie rimaste, a trovare lo spunto per allungare nuovamente e andare a cogliere il meritato successo per 59 a 50.

Si conclude così una straordinaria stagione che ha visto la CHIMET U16 ecc giocare prima da assoluta protagonista nella fase regionale, quarti classificati in assoluto con qualificazione all’interzona, e poi disputare un’importantissima fase interregionale dove l’accesso agli spareggi per le Finali Nazionali é sfumato solo alla penultima giornata.

Tanti applausi per i nostri ragazzi e lo staff, un ringraziamento per le tante soddisfazioni che ci hanno regalato e un augurio di proseguire il proprio percorso nel settore giovanile seguendo l’ottima strada intrapresa.

Articoli correlati