Scuola Basket Arezzo, la stagione sportiva di pallacanestro è terminata

Stampa

La stagione sportiva 2019-2020 di pallacanestro è terminata

Ad averlo comunicato è stata direttamente la federazione che, a fronte dell’attuale situazione sanitaria, ha optato per la conclusione di tutti i campionati e le manifestazioni organizzate dai comitati regionali, interrompendo ogni attività dal minibasket alla serie C. Giunge al capolinea, dunque, anche la stagione dei trecento atleti impegnati nelle sedici formazioni della Scuola Basket Arezzo che può così tracciare un primo bilancio dell’annata.

Particolarmente positiva si è rivelata la stagione della prima squadra dell’Amen Sba allenata da Massimiliano Milli che, all’esordio in serie C Gold, è arrivata allo stop al sesto posto in classifica con dodici vittorie e nove sconfitte, con la salvezza ampiamente acquisita e con la speranza di poter centrare un prestigioso accesso ai Play Off.

Nel settore giovanile, invece, stavano volando l’Under18 Tecnoil di Mirko Pasquinuzzi che era in lotta per la finale regionale del campionato Gold e che nell’ultima gara aveva vinto il derby con la Fides Montevarchi, e l’Under13 Galvar di Umberto Vezzosi che ambiva alla vittoria del titolo toscano. Tra le altre formazioni scese in campo in questa stagione rientrano anche la seconda squadra senior sponsorizzata Amen impegnata in Promozione dove era in corsa per i Play Off, l’Under16 Chimet nel campionato regionale Gold, l’Under18 Rosini, l’Under14 Dunia Pack e l’Under13 Hotel Planet, oltre ai gruppi del minibasket Nova Verta e del basket integrato sostenuto da Biemme Centro Tecnico per chi ha disabilità fisiche, intellettive e relazionali.

«Prendiamo atto della conclusione anticipata dei campionati – commenta Mauro Castelli, presidente della Sba, – e di una scelta che condividiamo per la tutela della salute di atleti, tecnici, dirigenti e genitori. A confermarlo è il fatto che, solo pochi giorni fa, avevamo comunicato l’annullamento del trofeo internazionale “Guido Guidelli” perché in questo momento mancano le condizioni per garantire lo spirito di gioia, divertimento e confronto alla base della pallacanestro».

Articoli correlati