Finale amaro a Pisa, Amen sconfitta con il minimo scarto

Stampa

Aretini imprecisi ai liberi perdono una occasione importante per salire la classifica

Cosmocare Cus Pisa-Amen Scuola Basket Arezzo 74-73

Parziali: 19-18; 37-38; 55-52

Cosmocare: Redini, Fiorindi 10, Italiano 12, Bonasera ne, Regoli Fe., Lazzeri 5, Siena 16, Fantoni 12, Giannelli ne, Regoli Fr. 6, Quarta 13. All. Angiolini

Amen: Brandini 13, Cutini 15, Rossi 10, Di Nuzzo, Cresti 15, Calzini ne, Ndaw 9, Castelli, Giommetti 7, Provenzal 5. All. Evangelisti

Tanto amaro in bocca per l’Amen Scuola Basket Arezzo nella gara di Pisa terminata con la vittoria dei locali per 74 a 73 grazie ad una tripla di Quarta a 6 secondi e 5 decimi dalla fine.

Gli amaranto dopo oltre un mese si ripresentano sul parquet privi di Ghini, partono bene ma non riescono a finalizzare quanto creato. Il primo quarto si chiude così sul 19-18 in favore dei padroni di casa. Nel secondo parziale gli amaranto mettono la testa avanti, ma tre triple consecutive di Fiorindi permettono a Pisa di rimanere a contatto della SBA che al riposo va sul 39-38. Al rientro dagli spogliatoi l’Amen ha un calo di concentrazione che permette al Cus di allungare fino al +10 (49-39) grazie ad un tiro dalla lunga distanza di Regoli. Gli amaranto riorganizzano le idee e con una difesa decisamente più attenta recuperano lo svantaggio, i canestri di Brandini valgono il -3 alla terza sirena (55-52). Negli ultimi dieci minuti di gioco la squadra di casa scappa un’altra volta sul +8 (64-56), la reazione dell’Amen questa volta è perentoria prima con una tripla di un positivo Cresti poi con un maggiore coinvolgimento della coppia Cutini-Ndaw sotto canestro i ragazzi di coach Evangelisti prima si riportano sotto poi superano gli avversari portandosi sul +5 (73-68). L’inerzia della partita sembra tutta dalla parte di Arezzo che in difesa costringe a tiri molto complicati i pisani che però con grande carattere trovano prima la tripla del -2 con Siena poi operano il sorpasso con Quarta sempre dalla lunga distanza. Con 6 secondi e 5 decimi da giocare l’Amen ha poi l’opportunità di ribaltare definitivamente la gara, ma prima Cutini poi Ndaw non riescono a trovare la via del canestro. La partita si chiude con il punteggio finale di 74-73 dove pesano come un macigno i 15 liberi sbagliati dagli amaranto, un 16 su 31 che condanna la SBA alla sconfitta.

Adesso ci sarà poco tempo per recuperare le energie perchè Mercoledi alle 21 al Palasport Estra si giocherà il recupero della gara con Prato, quattordicesima giornata di Andata, saltata il 5 Gennaio scorso.

Articoli correlati