La GALVAR U14 Elite sconfitta a Reggello

HAGRINEN REGGELLO-GALVAR SCUOLA BASKET AREZZO 88/36
(31/4; 49/14; 67/24)
GALVAR SBA: Lanucci 2, Pratesi 6, Vagnuzzi 13, Salvi, Carnesciali 4, Tersillo 5, Casini, Marcantoni 6, Sandrelli, Capacci. All. Vezzosi, ass. Pasquinuzzi
Nulla da fare per la nostra GALVAR u14 elite che, nel turno di recupero infrasettimanale giocato in trasferta, non riesce a creare particolari problemi alla forte Hagrinen Reggello. I padroni di casa, fin dalla prima palla a due, spingono sull’acceleratore ed i ragazzi di Vezzosi appaiono, senza nessun particolare motivo, timorosi e spaventati dall’aggressività avversaria e così i locali non trovano opposizione al proprio gioco che produce un parziale da 31 a 4 in loro favore. Il secondo quarto trova gli amaranto un po’ più sereni e la partita, seppur sempre comandata da Reggello, vede un maggior equilibrio in campo. I dieci minuti di gioco dicono 18 a 10 per la squadra di casa, ma i ragazzi di coach Vezzosi iniziano a dare almeno qualche segnale positivo. Si va così al riposo lungo con i GALVAR in svantaggio per 14 a 49. La ripresa ritrova gli SBA che, come nel periodo precedente, continuano a provare a fare le proprie cose al cospetto comunque della formazione locale davvero di buon livello. Il parziale anche questa volta non è proprio sbilanciatissimo, Reggello se lo aggiudica ancora per 18 a 10, e gli amaranto dimostrano di voler provare a mettere in campo la propria pallacanestro. L’ultimo quarto scorre via sulla falsariga dei precedenti con i padroni di casa che se lo aggiudicano, 21 a 12, e vanno a conquistare una meritata vittoria per 88 a 36. Sicuramente nei prossimi incontri i GALVAR dovranno rivedere il proprio approccio alla partita perché occorre, quanto prima, affrontare i match con lo spirito ed il piglio giusti avendo rispetto di tutte le formazioni avversarie ma senza il timore di nessuna e cercando quindi, con determinazione, di provare a giocare ed esprimere il proprio basket.
Coach Vezzosi ha così commentato la prova dei suoi: “Il primo quarto siamo andati veramente male. Ho visto ragazzi inspiegabilmente impauriti ed abbiamo preso un parziale di 31 a 4. Poi ci siamo tranquillizzati ed abbiamo iniziato a lottare e gli altri 3 periodi sono finiti con un onesto 57 a 32. Purtroppo in questo momento abbiamo molti limiti e le assenze di due giocatori fisici come Caldora e Nocenti le abbiamo pagate molto care. Questi ragazzi devono allenarsi con continuità e imparare dalle difficoltà, solo cosi si può migliorare”.
Prossimo impegno domenica 11 novembre, al palasport ESTRA alle 11.15, contro Mens Sana Siena.

Articoli correlati