La Tecnoil sfrutta ancora il fattore campo del Palasport Estra superando il Pino

Stampa

Ancora una brillante prestazione casalinga degli amaranto che bloccano la capolista

Tecnoil Scuola Basket Arezzo – US Pino Firenze 84-56

Parziali: 22-12; 54-31; 72-46

Tecnoil: Bianchi 2, Ghini 24, Cerofolini, Calzini, Matiz, Cavina, Furini 4, Marroni 18, Cresti 21, Di Nuzzo 15, Capacci, Marcantoni. All.Evangelisti Ass. Tavanti e Bianchi

Pino: Bechis, Simoni 8, Tadini, Pinzani, Pilli, Camerini 2, Forzieri 11, Miletic, Pavicevic 19, Piccini, Pacini 9, Landi 7. All.Salvetti

Dopo la Virtus Siena anche il Pino Firenze viene costretto alla resa al Palasport Estra dalla Tecnoil SBA per 84-56.

I ragazzi di coach Evangelisti indirizzano la partita fin dalle prime battute di gioco, un ritmo alto ed i guizzi di Ghini dentro l’area fiorentina firmano il 22-12 del primo quarto. Nel secondo parziale entrano in scena Marroni e Di Nuzzo che dalla lunga distanza colpiscono ripetutamente la difesa del Pino che subisce 32 punti dagli aretini in soli 10 minuti di gioco. All’intervallo il vantaggio della Tecnoil è di 23 lunghezze (54-31), divario che viene amministrato nonostante i tentativi di rimonta di Firenze. La squadra di coach Salvetti accorcia con un break di 11-4 che porta a -16 (58-42) gli ospiti prima che la difesa aretina tornasse ad essere aggressiva come nei primi due quarti. Un’altra tripla di Marroni ed i canestri di Ghini e Cresti ricacciano indietro il Pino a distanza di sicurezza (72-46 al 30′). Nell’ultimo quarto la Tecnoil amministra il vantaggio conquistando il successo parziale anche negli ultimi dieci minuti di gioco fissando il risultato finale sull’84 a 56. Oltre al ritmo ed alla vena realizzativa, decisiva una determinata ed attenta difesa di squadra che ha annullato il gap fisico tra le due squadre.

Il commento di coach Evangelisti: “Abbiamo fatto una un’altra grandissima partita, si pensa che il risultato sia dovuto al fatto che abbiamo segnato tanto, ma secondo me la chiave è stata la nostra difesa con l’aggressività e la concentrazione che hanno messo i ragazzi in quello che gli avevo chiesto.Poi si è visto un’entità di gruppo, un’appartenenza alla squadra incredibile anche da parte di chi ha giocato meno e dalla panchina. Sono molto soddisfatto, ma ancora non abbiamo fatto assolutamente niente e aspettiamo di andare a Pistoia e voglio vincere anche lì in uno scontro diretto in trasferta”.

Nella prossima giornata, ultima del girone di andata la Tecnoil osserverà il turno di riposo prima di ritornare sul parquet Lunedi 17 Maggio alle ore 21 a Montale contro Pistoia Basket 2000.

Articoli correlati